Edizioni Nannina

Edizioni Nannina

Il catalogo Mencaroni-Valtolina definisce la casa editrice milanese Nannina come «la più celebre ed importante tra le case editrici di figurine “da gioco” che hanno tenuto testa fino a metà degli anni ’60». Dopo tale data la sua storia s’intreccerà con quella della nascente Panini di Modena. La ragione sociale della casa editrice si deve al soprannome della proprietaria, Luisa Grossi, che sovrintenderà nel corso degli anni alle sorti di un’azienda dalla «vocazione fortemente artigianale».

Infatti, nei casi di cambiamento di squadra dei giocatori, le relative figurine di derivazione fotografica vennero proposte sostanzialmente identiche, tranne che per il cambiamento della maglia apportato in maniera alquanto elementare sulla precedente matrice.

Raccolta TECNICOLOR 1947

La produzione sportiva Nannina iniziò nell’aprile del 1947, con una serie di FIGURINE TECNICOLOR (formato 3,5 X 5), che potevano essere ritagliate dalle pagine di una pubblicazione avente periodicità mensile (ma irregolare). L’albo, formato 22 X 24,5 , era di regola composto da 8 pagine, contenenti circa 60/70 figurine quasi esclusivamente di carattere sportivo (calciatori e ciclisti), alcune in formato cartolina.

Advertisements

Raccolta figurine calcio 1947

Per il campionato 1947/48, la Nannina produce una serie di figurine numerate (200 in totale) alla rinfusa senza un preciso criterio. La qualità risulta approsimativa, ma è da rilevare con la suggestione del pallone sullo sfondo.

Raccolta figurine calcio 1948 e 1949

Nel 1948/49 la Nannina produsse una serie di figurine a soggetto calcistico per il biscottificio torinese Wamar, che potevano essere raccolte in un apposito album.

Tale produzione proseguì nell’anno successivo 1949/50: le figurine erano stavolta ripartite su 3 album distinti numerati progressivamente, di cui il primo ospitava 6 squadre, e gli altri 7 ciascuno.

Raccolta CALCIOVALUTA 1951

Le figurine Tecnicolor continuarono ad essere proposte negli anni successivi, fino a che non si arrivò nel 1951 alla prima raccolta della Nannina da collezionare in un apposito album: ALBO CALCIOVALUTA (formato 31 X 19,5), che presentava con 240 figurine opache (formato 4,7 X 7) le 20 formazioni partecipanti al campionato 1950-51, con 11 atleti più 1 scudetto per ciascuna squadra.

Altre raccolte periodo 1951-1954

Nel periodo tra il 1951 e il 1954 la Nannina fu presente sul mercato con altre interessanti collezioni di figurine prive di album. Tra esse ricordiamo:

  • Le figurine a ritaglio con cornice azzurra a pallini gialli, dedicate ai campionati 1951/52 e 1952/53. Alcune di queste vennero prodotte anche per il biscottificio Bovolone, a scopo pubblicitario.
  • Una serie di figurine in bianco e nero del 1952/53, composta da 100 figurine di genere misto di cui 30 dedicate al calcio.
  • Una bella e gustosa serie di figurine ricavate da scatole di fiammiferi del 1952/53, dedicate alle squadre dell’Inter, della Juventus, del Milan e del Napoli, con la particolarità che il bordo delle figurine era personalizzato con i colori della squadra del giocatore.

Raccolta CALCIATORI 1954

Nel 1954 fa la sua comparsa CALCIATORI, 100 figurine opache (formato 3,5 X 5) dedicate al campionato di calcio 1954-55 da raccogliere in un pieghevole di 6 pagine ripiegate a portafoglio (formato 19,5 X 31,8). Le figurine di regola non uscivano in bustina, ma venivano stampate su fogli di 100 esemplari ciascuno, e vendute in strisce da 10, ritagliate in verticale oppure in orizzontale a scelta dell’acquirente, al costo di 10 lire a striscia.

Le figurine (sicuramente) e gli album pieghevoli (probabilmente) vennero riproposti anche negli anni successivi, con la variante, per quanto riguardava le figurine, della cornicetta che contornava l’immagine degli atleti, la quale fu presentata in diversi colori.

Si tratta di una questione editoriale che appare oggi difficile da risolvere in maniera indiscutibile e completa, cominciamo con il riportare quanto viene detto in proposito nel catalogo Mencaroni-Valtolina.

«L’album [Calciatori del 1954-55], costituito da tre pagine in cartoncino ripiegate a portafoglio, raccoglie una serie di 100 figurine […] L’editore ha posto in commercio serie di figurine con caratteristiche estetiche identiche a quelle qui raccolte che si riferiscono ad altri (4?) campionati. Di ogni annata esistono inoltre varianti, riassumibili nell’uso di un differente colore (rosso, verde e altri) per le cornicette che inquadrano le immagini. E’ logico supporre che l’album, viste le sue caratteristiche, sia stato proposto anche per annate differenti da quella qui raccolta […] e/o ne esistano varianti che riprendono come colore di sfondo della copertina quello usato nella cornicetta delle relative figurine».

Vale a dire, poiché il primo “vero” album Nannina è la menzionata Raccolta Gol Figurine Calcio relativa al campionato 1959-60, è naturale aspettarsi altri album a portafoglio relativi ai campionati 1955-56, 1956-57, 1957-58, e 1958-1959. Ecco perché Mencaroni-Valtolina parlano di ulteriori 4 album probabili, ma con punto interrogativo. E’ anche naturale attendersi che, in corrispondenza al cambiamento di colore delle cornicette, sia anche stato modificato lo sfondo dell’album.

Per quanto riguarda le sole figurine ci sentiamo di poter asserire con ragionevole certezza che:

  • Anno 1954-55 – Risultano prodotte 4 serie di 100 figurine cad. non numerate, raffiguranti i medesimi giocatori e differenziate dalla cornicetta rispettivamente di colore giallo, rosso, verde e azzurro.
  • Anno 1955-56 – Risulta prodotta 1 serie di 100 figurine numerate con cornicetta di colore giallo.
  • Anno 1956-57 – Risulta prodotta 1 serie di 100 figurine numerate con cornicetta di colore giallo.
  • Anno 1957-58 – Risulta prodotta 1 serie di 100 figurine numerate con cornicetta di colore giallo.
  • Anno 1958-59 – Risultano prodotte 2 serie di 100 figurine cad, numerate con cornicette rispettivamente di colore giallo e azzurro.

In totale quindi risultano stampate dalla Nannina 900 figurine di questa serie “Calciatori“. Per quanto riguarda gli album, invece, nessuna certezza su una loro sistematica stampa per gli anni successivi al 1954-55.

Raccolta campionati del mondo 1958

Aggiungiamo che, in occasione dei campionati del mondo del 1958, vennero prodotte delle figurine che, per quanto ne sappiamo, celebrarono unicamente le squadre finaliste, Svezia e Brasile.

Raccolta GOL FIGURINE CALCIO 1959

Arriviamo così al primo album di cui ci occuperemo in maniera specifica, la RACCOLTA GOL FIGURINE CALCIO del 1959, relativo al campionato 1959-60. Formato 24,5 X 23 , 28 pagine (copertine incluse), 304 figurine a colori, cartonate, formato 4 X 5.

Nello stesso biennio 1959-60 le figurine in questione vennero proposte dalla Nannina anche cartonate in formato gigante (6,1 X 8), ma senza album e probabilmente non nello stesso numero di quelle in formato piccolo.

Tornando alla Raccolta Gol, oltre alle 18 squadre di serie A, presentava anche il Torino per motivi di rispetto (il ricordo della tragedia di Superga, 4 maggio 1949, era tuttora molto vivo, nonostante fossero ormai trascorsi 10 anni), nonostante la squadra granata militasse quell’anno in serie B. Compaiono per ogni squadra brevi didascalie illustranti la storia della società. Oltre a una pagina di introduzione, tre altre pagine riportano una breve storia del calcio, centrata soprattutto sulle sorti della nazionale italiana.

Ogni squadra era illustrata da 16 figurine, di cui forniamo immediatamente il dettaglio. Non essendo prevista una numerazione, seguiremo l’ordine in cui le figurine si susseguono, dall’alto verso il basso, da sinistra verso destra (un ordine peraltro difficilmente comprensibile, in quanto non è né alfabetico, né per ruoli). Le prime 12 figurine per ogni squadra si riferiscono a calciatori che vengono raffigurati generalmente a mezzo busto, mentre le ultime 4 (disposte in colonna sul bordo esterno della pagina, quindi a destra per le pagine dispari, a sinistra per le pagine pari) rappresentano giocatori a figura intera, la maggior parte delle volte in azione di gioco. In generale gli atleti così raffigurati vengono quindi rappresentati con due figurine, non mancando però diverse eccezioni.

La caratteristica più singolare dell’album, che va specificata presto, è che sembrerebbero NON prodotte (o furono prodotte in maniera talmente limitata da essere oggi irreperibili) TUTTE le relative figurine, presumibilmente per mancanza delle immagini dei protagonisti. Precisamente, a parte le anomalie derivanti da talune confusioni tra immagini a mezzo busto o a figura intera di cui diremo, ci sono 36 caselle che rimangono inesorabilmente VUOTE in tutti gli album dei collezionisti di cui siamo a conoscenza.

In compenso, furono edite diverse figurine che NON trovano posto nell’album, una sorta di figurine supplementari che definiremo “fuori raccolta” (a parte alcune “anomalie” di cui diremo, ce ne risultano attualmente quattordici, e tutte relative a giocatori in azione), la cui presenza ebbe un curioso effetto. Poiché, come abbiamo già accennato, non sempre venne rispettata la differenza fra atleti a mezzo busto e atleti in azione, ecco che alcuni collezionisti attaccarono le figurine che abbiamo detto “fuori raccolta” in caselle ad esse non proprie (peggiora la situazione descritta la circostanza che le figurine della Raccolta Gol successiva siano formalmente identiche a quelle in esame, con l’effetto che in qualche caso sono state inserite nell’album 1959-60 delle figurine previste invece per quello 1960-61; ciò complica anche le nostre indicazioni concernenti eventuali figurine supplementari, che potrebbero essere state prodotte in concomitanza con la seconda raccolta, e non con la prima!). Capita cioè di trovare in giro tali album Nannina, comunque giocoforza incompleti, tutti diversi tra di loro, a seconda delle particolari scelte dell’originale proprietario.

Raccolta GOL FIGURINE CALCIO 1960

Veniamo adesso alla RACCOLTA GOL FIGURINE CALCIO del 1960-61, una collezione di impostazione sostanzialmente identica alla precedente. Anche molte delle figurine erano le stesse, così come la copertina (tranne particolari minori), in cui viene però stavolta riportata esplicitamente la data: 1960-1961. Le figurine sono adesso 288, perché non c’è più la pagina extra relativa al Torino, che quell’anno era tornato in serie A (le pagine dell’album scendono di conseguenza da 28 a 26, al solito copertine incluse). In taluni casi di cambiamenti di formazione, come abbiamo dianzi accennato, fu semplicemente ricolorata la maglia dell’atleta, la figurina rimanendo per il resto invariata.

La raccolta fu riproposta nel corso del medesimo campionato in formato gigante, ovvero con figurine ed album di dimensioni più grandi. Per l’album, che in copertina recava la scritta “Album gigante”, e “I migliori calciatori del massimo campionato”, si trattava di un 35 X 25, per le figurine (sempre cartonate) di un 6,1 X 7,5 . Ulteriori differenze erano costituite da una diversa distribuzione degli atleti, presentati per ruolo e non per squadra, e per la presenza di brevi didascalie riportanti i loro dati anagrafici. Quest’album “gigante” si deve considerare uno dei più rari in assoluto, tenuto conto dell’esiguo numero di copie superstiti. Infatti, nel momento in cui i fratelli Panini contattarono la casa editrice milanese, rilevando tutte le figurine giganti (e ordinandone una tiratura col retro modificato), mettendole poi in vendita in bustine che ne contenevano tre assieme a un palloncino gonfiabile, gli album già stampati dalla Nannina furono mandati al macero. Se ne salvò soltanto un piccolo lotto, che era già stato inviato in distribuzione in Veneto.

Prima di procedere con l’esame dettagliato della Raccolta Gol 1960-1961, va sottolineato subito che per essa, se non si tiene conto di anomalie derivanti da talune confusioni tra immagini a mezzo busto o a figura intera, NON risultano figurine … mancanti (alla stregua delle 36 precedentemente dette, che diventano 38 se si contano i casi di Bolchi in azione e Dal Monte a mezzo busto). Inoltre, si riduce drasticamente anche il numero delle figurine fuori raccolta: attualmente ne conosciamo soltanto cinque, ancora una volta tutte di giocatori in azione.

Concludiamo adesso sinteticamente la storia della produzione sportiva della Nannina. Abbiamo già accennato in esordio che essa si intreccia con quella della Panini, e siamo già tornati sull’argomento in relazione alla rarità della Raccolta Gol 1960-61 in versione gigante. Vediamo adesso come è raccontata tale vicenda nel sito stesso della famosa casa editrice di Modena:

«Alla fine del 1960 Giuseppe Panini (che insieme al fratello Benito aveva creato l’Agenzia Distribuzione Giornali Fratelli Panini) trovò, a Milano, un lotto di vecchie figurine sfuse invendute delle edizioni “Nannina” di Milano che acquistò, imbustò (in bustine bianche con cornicette rosse contenenti ognuna 2 figurine) e mise in vendita a 10 lire l’una. Fu un successo: 3 milioni di bustine vendute. L’anno successivo i Panini decisero di “fare tutto in casa” stampando le figurine e realizzando anche il primo album (con, in copertina, il grande giocatore del Milan di allora Nils Liedholm): 15 milioni di bustine. Era nata la mitica collezione Calciatori».

Si trattava, come abbiamo già detto, delle figurine della Raccolta Gol 1960-61 in versione gigante, alcune delle quali sono riprodotte nel primo fascicolo di una pubblicazione di La Gazzetta dello Sport, Milano, 2005: Calciatori – La raccolta completa degli album Panini (I volume 1960-61). Un pezzo alquanto facile da procurarsi per chi volesse ammirare delle figurine Nannina, naturalmente prima del nostro museo virtuale! Esso contiene la ristampa di un album la cui copertina è ispirata alla menzionata Raccolta Gol gigante, ma con la scritta: “Edizioni Nannina Milano e Fratelli Panini Modena”. Esso presenta altre significative differenze rispetto all’originale. Vi sono riportate le didascalie relative ai singoli atleti, però i giocatori sono ancora raggruppati per squadra; si sviluppa in verticale anziché in orizzontale; le figurine a mezzo busto per ogni squadra sono 11 e non 12; i giocatori in azione sono 3 e non 4. In effetti non si tratta della riproduzione del vero album, ma solo di una riedizione (in scala peraltro ridotta) di una pregevole iniziativa editoriale della Franco Cosimo Panini Editore: Enciclopedia Panini del calcio Italiano, Volume I, Modena, 1999. In tale occasione venne concepito un “album virtuale” che apparisse la ricostruzione integrale della Raccolta Gol 1960-1961 in versione gigante della Nannina, ma così come sarebbe stata realizzata dalla Panini, che come abbiamo detto aveva quell’anno rilevato le figurine cartonate, le aveva vendute raccolte in bustine, e aveva infine distrutto gli album originali. Il modo con cui aveva operato la Nannina (per esempio suddividendo i giocatori per ruolo anziché per squadra, producendo diverse di quelle figurine che abbiamo chiamato supplementari per le grandi squadre come Juventus, Milan, etc.), non rispecchiava infatti i criteri di rigore auspicati successivamente dalla Panini per le proprie raccolte. Quindi, nell'”invenzione” dell’album virtuale del 1999 (figurine di dimensioni originali 6,1 X 7,5 , ma formato 24 X 34 anziché 35 X 25), esso fu concepito secondo il cliché caro alla Panini, e scegliendo solamente parte delle figurine giganti Nannina (tra di esse anche alcune di quelle supplementari, che per il 1960-61 furono invero assai poche).

Raccolta GOL FIGURINE CALCIO dal 1961 al 1964

La Nannina non cessò comunque le sue pubblicazioni sportive dopo tale incontro con uno dei famosi quattro fratelli fondatori della Panini (prima Giuseppe e Benito, ai quali si aggiunsero presto Umberto e Franco Cosimo). Successivamente alle due Raccolta Gol di cui abbiamo ampiamente parlato, la casa editrice produsse serie di figurine senza album, in una specie di ritorno alle origini. Le figurine erano sostanzialmente identiche a quelle delle due Raccolta Gol di cui sopra. Con riferimento ai campionati dal 1961-62 al 1964-65, ogni anno venivano prese in considerazione tutte le squadre di serie A più 2 squadre di serie B, sempre ovviamente individuate tra quelle aventi il maggior bacino di utenza (Bari, Lazio, Napoli, Palermo). Le squadre prescelte non godevano del medesimo numero di figurine, in quanto venivano privilegiate le squadre di maggior richiamo, quali Juventus, Internazionale, Milan, Fiorentina, Roma, Bologna. Per esse venivano prodotte anche più delle solite 12 figurine, mentre venivano meno rappresentate squadre minori (quali Modena, Mantova,, Messina, Venezia, etc.). Emblematico il caso del Brescia (serie B, campionato 1964-65), per il quale fu stampata una sola figurina (Toschi)!

A proposito delle figurine di questo periodo concernenti squadre minori, il Dott. Eduardo Alinei di Napoli, noto collezionista ed esperto in particolare di figurine Nannina, ci invia la seguente gradita precisazione: “Non è propriamente corretto dire che per squadre minori venivano prodotte solo due o tre figurine, in qualche caso solamente una. Il fatto è che la Nannina stampava un unico tabellone per le squadre più importanti, con 11 giocatori e lo scudetto (un unico mega tabellone di grandi dimensioni tipografiche). Se accadeva poi che un giocatore di una certa squadra veniva ceduto, non ne veniva modificata la posizione nel tabellone, ma semplicemente si ritoccava la relativa figurina inserendovi la maglia della nuova squadra. Per esempio Toschi del Brescia ceduto dalla Sampdoria, e così via, ecco perché appaiono ‘a sorpresa’ (poche) figurine di squadre minori. Un altro esempio Nuti del Verona, ma solo perché era stato ceduto dalla Fiorentina”.

Raccolta TUTTOCALCIO dal 1961 al 1963

Da sottolineare che solamente per il 1961-62 furono ancora stampate in una certa quantità delle nuove figurine con i giocatori in azione (continuarono però a circolare alcune delle figurine di questo tipo prodotte negli anni precedenti, per esempio Mazzoni del Bari e Hamrin della Fiorentina), le quali però vennero praticamente a scomparire negli anni seguenti.

Le figurine venivano distribuite dai tabaccai e giornalai dell’epoca in bustine di carta velina che racchiudevano ciascuna 10 pezzi. Sulle scatole di cartone in cui erano contenute le bustine, erano raffigurati in modo molto infantile un portiere con il pallone e un attaccante, e la scritta: “Figurine campionato serie A e B campionato … [qui la relativa data]”. Sul dorso era riportata la scritta: TUTTO CALCIO.

Raccolta figurine calcio 1965

Per il campionato 1965-66, le figurine, sempre sciolte e senza album, vennero stampate nel medesimo tradizionale formato 4 X 5, ma con carta di consistenza leggermente maggiore (comunque non cartonate), e con lo stemma della squadra del calciatore posto in basso in sede centrale, anziché, come sempre in precedenza, di lato a sinistra.

Raccolta figurine calcio dal 1966 al 1967

E’ solo in relazione ai campionati 1966-67 e 1967-68 che furono nuovamente prodotti degli album specifici per la raccolta delle figurine. Si tratta di due pubblicazioni molto simili, di formato 24 X 33 (circa), di 20 pagine (copertine incluse), con copertina pressoché identica, e la scritta: ALBUM-FIGURINE NANNINA. La prima raccolta prevedeva 216 figurine cartonate di calciatori, aventi classico formato 4,1 X 5 e impostazione (e ancora con la novità dell’anno precedente dello scudetto al centro), ma non avevano più l’ormai familiare cornicetta a strisce con i colori della squadra. Più precisamente, per ciascuna delle 18 formazioni partecipanti al campionato di serie A, erano previste 11 immagini di giocatori a mezzo busto, e una figurina relativa allo scudetto della squadra. L’album era integrato da 51 fotografie lucide fotografiche, in bianco e nero, formato 5,2 X 6,2 , le quali rappresentavano invece degli attori (nell’immagine la bella attrice francese Michèle Mercier). Ogni bustina in distribuzione conteneva 10 figurine di calciatori, e una soltanto di attori, il che spiega l’attuale relativa rarità del secondo tipo di figurine (queste erano collegate a un gioco a premi denominato “Il mondo del cinema” – utilizziamo sempre l’insostituibile catalogo Mencaroni-Valtolina).

L’album dell’anno successivo prevede invece solo figurine di personaggi del mondo dello sport, ma non esclusivamente di calciatori. In maniera precisa, si tratta di 350 figurine lucide, a colori, appena più piccole del consueto formato 4 X 5 (esistono due versioni delle figurine, che si differenziano solamente per lo spessore della carta su cui sono stampate). Per ciascuna delle 16 formazioni partecipanti al campionato di serie A 1967-68 vengono previste 16 figurine, più una che ne riproduceva lo scudetto (è curioso sottolineare che le squadre non vennero elencate secondo il tradizionale ordine alfabetico). 16 moltiplicato 17 fa in effetti 272, altre 78 figurine, in caselle riportate a pie’ delle singole pagine dell’album, erano dedicate ad atleti famosi di altri vari sport. «In 4a di copertina dell’album vengono riprodotte le serie di figurine “da gioco” pubblicate in quel periodo dall’editore» (dal catalogo Mencaroni-Valtolina).

La produzione anni ’60 di figurine sportive della Nannina è fertilissima, e non si arresta ai due album appena illustrati, o alle serie senza album dianzi descritte. Vengono stampate varie altre serie – ripetute pure più volte per lo stesso anno calcistico – composte da un numero di giocatori anche esiguo (o almeno tale è il numero di quelle rinvenute fino ad oggi), selezionate senza apparenti logiche, e di vario taglio e consistenza (piccole, giganti, cartonate, lucide, opache, leggere). A titolo informativo se ne fornisce qui di seguito un elenco, probabilmente non esaustivo visti gli ancora possibili ritrovamenti:

  • Anno 1960-61 – Foto squadre serie A in formato 8,6 X 5,5 , con scritta sul davanti in basso a destra, collezione probabilmente composta di tutte e 18 le formazioni di quel campionato. Non c’è certezza assoluta tra i collezionisti che tale serie sia stata edita dalla Nannina, anche se diversi elementi fanno propendere in tal senso.
  • Anno 1961-62 – Foto squadre serie A in formato cartolina, con scritta sul retro, collezione di 18 figurine (13 X 9).
  • Anno 1961-62 – Figurine cartonate (5,5 X 7), almeno 61, con scritta informazioni sul giocatore sul retro, più 20 foto squadre (non reperita Udinese), ancora con scritta sul retro.
  • Anno 1961-62 – 21 scudetti cartonati (6 X 6).
  • Anno 1961-62 – Figurine cartonate (6 X 12), foto squadre con a sinistra nome della squadra, stemma e anno di fondazione, collezione di 18 figurine.
  • Anno 1962 – Figurine piccole (4 X 5), dedicate ai mondiali del Cile. E’ la seconda serie Nannina dedicata ai mondiali dopo quella del 1958. Se ne conoscono 66.
  • Anno 1963-64 – Figurine cartonate (6 X 12), in basso riquadro con nome e stemma squadra, nome giocatore, ruolo, anno e luogo di nascita. Se ne conoscono 56.
  • Anno 1963-64 – Figurine cartonate (5,5 X 11), rarissime, in basso riquadro con nome e stemma della squadra e cognome del giocatore. Il numero delle figurine di questa serie ci è purtroppo sconosciuto, al momento ne sono state reperite solamente 6.
  • Anno 1963-64 – Figurine leggere e lucide (4 X 6,5), foto di giocatori in azione molto simili alle Lampo 1960-61, scritta nera con il cognome del giocatore. Presentano una rassegna di giocatori di serie A, della nazionale italiana e qualche campione straniero. Finora reperite solamente 9.
  • Anno 1963-64 – Serie di 64 CARTOFIGURINE (9 X 14), composta da 26 scudetti (di serie A e di serie B, più uno dell’Italia), insieme ad altre 38 figurine di calciatori scelti senza apparenti criteri logici, tra le quali alcune di atleti con la divisa della formazione nazionale. E’ stato anche stampato un album gigantesco (26,5 X 36,5), e rarissimo, con pagine del tutto anonime, per la raccolta.
  • Anno 1964-65 – Figurine cartonate (6,5 X 10), cognome del calciatore in basso a sinistra, squadra in basso a destra. Dovrebbero essere state prodotte figurine di tutte le squadre di serie A di quel campionato, e per ciascuna squadra in numero di almeno 12 (informazione di Icilio Montagnini).
  • Anni 1965-66 e 1966-67 – Figurine cartonate del tutto simili a quelle degli album 1966-67 e 1967-68, formato però più grande, 5,5 X 7, stampate dalla casa editrice Jolly. Venivano vendute in bustine che ne contenevano 3. Reperite anche locandine pubblicitarie Jolly-Nannina con 4 di queste figurine.
  • Anno 1968-69 – Serie cartonata (4,5 X 6) di 131 figurine, compresi scudetti, con grosso bordo colorato (giallo, verde, rosso e azzurro), e scritte in basso: VALE 1 PUNTO, VALE 2 PUNTI, etc.. Le raffigurazioni sono ancora una volta uguali a quelle degli album 1966-67 e 67-68.
  • Anno 1969-70 – Figurine lucide (4 X 7,2) di giocatori in azione, del tutto analoghe a quelle del 1963-64 simil-Lampo. Al momento se ne conoscono 45, di cui 15 dedicate a giocatori della nazionale italiana.

E’ questa l’ultima serie di figurine sportive edite dalla NANNINA. Si chiude così la storia (parziale) di una delle case editrici che più sono state conosciute e amate dai ragazzi che crebbero nell’Italia del dopoguerra.

Rispondi