Edizioni V.A.V.

Edizioni V.A.V.

Ci occupiamo qui dell’attività di editore di figurine della ditta veronese Prodotti Dolciari V.A.V., sigla che sta semplicemente per: “Venturini Antonio Verona”, riportando integralmente la scheda presente nel catalogo Mencaroni-Valtolina.

La ditta veronese Prodotti Dolciari ‘V.A.V.’, specializzata nella produzione di caramelle, fa il proprio esordio nel campo delle figurine nel lontano 1936, quando edita ‘Caricature’, una delle tipiche raccolte-premio del periodo.

Pochi anni più tardi, nel pieno del secondo conflitto mondiale, ritroveremo il nome di Venturini (con la denominazione ‘Ditta A. Venturini Verona’) associato ad una raccolta di figurine di propaganda bellica fascista intitolata ‘La guerra nostra’, costituita da due serie di 105 cartine cadauna, raccolte in due piccoli album.

Giusto il tempo di veder terminare il conflitto ed ecco l’editore immettere sul mercato una nuova serie, simile per impostazione alle due precedenti, in cui si inneggia senza apparente pudore alle gesta dei ‘liberatori’ alleati e dei partigiani!

L’attività editoriale proseguirà da questo momento (come ‘V.A.V.’) senza sosta, dapprima con la proposta di serie di figurine di calciatori e di ciclisti prive di un contenitore per la raccolta, poi, dal 1953, con collezioni dotate di appositi album.

Le tematiche trattate dall’editore, assai ristrette come numero, costituiranno negli anni, a tutti gli effetti, una sorta di ‘marchio di fabbrica’. Gli album V.A.V. si occuperanno infatti esclusivamente di calcio, di ciclismo (sport che godeva in quegli anni di pari popolarità) e del mondo dello spettacolo, con immagini di attori e cantanti.

Altre peculiarità dell’editore saranno la predilezione per le figurine in cartoncino o comunque in carta ‘pesante’, la proposta di dischetti metallici, più volte ripetuta, ed una scarsa attenzione per la praticità dei propri contenitori.

Gli album V.A.V. dotati di ‘linguelle’ in cui infilare gli angoli delle figurine, chiaramente mutuati come concezione dagli album per la raccolta di fotografie, si riveleranno infatti troppo spesso inadeguati ad ospitare serie molto corpose numericamente ed assai invadenti come spessore. Ne deriverà una sostanziale fragilità che ne spiega in parte la difficile reperibilità sul mercato collezionistico odierno. L’attività editoriale della V.A.V. proseguirà, con un’evidente tendenza al calo dal punto di vista qualitativo, fino alla metà degli anni sessanta (1966?) quando della casa veronese si perderanno le tracce.

ALCUNE DELLE RACCOLTE CALCISTICHE V.A.V.:

  • Raccolta “Calciatori”, 1950
  • Raccolta “Serie campioni”, 1951
  • Squadre calcio (nuove figurine), 1954
  • Squadre calcio Scudetti in metallo (nuove figurine), 1955
  • Dischi calcio (nuove figurine), 1956
  • Figurine calcio con dischi metallici (nuova edizione), 1957
  • Figurine calcio con dischi metallici, 1958
  • Figurine calcio con dischi metallici, 1959
  • Figurine calcio, 1960
  • Squadre calcio, 1961

Rispondi