La Dominante Calcio

dominante-calcio-storia

La Dominante calcio: la storia

La Associazione Calcio La Dominante è stata una società calcistica di Genova, nata il 27 luglio 1927, dalla fusione di Andrea Doria e Sampierdarenese.

Il nuovo club fu costituito per volere del regime fascista, che propugnava in quel periodo una decisa politica delle fusioni tra squadre concittadine, per ridurre le forti rivalità tra gruppi di tifosi della stessa città, e per garantire al maggior numero possibile di città la presenza nel massimo campionato nazionale.

Il terreno di gioco della Dominante

Per la neonata società venne appositamente costruito lo Stadio Littorio di Cornigliano, e venne creata una divisa completamente nera, colore gradito ai gerarchi fascisti locali, alla quale furono aggiunti risvolti prima bianchi poi verdi. Lo stemma sul petto raffigurava un grifone affiancato da un fascio littorio, mentre il nome scelto era uno degli antichi appellativi della Repubblica marinara di Genova, e voleva rappresentare, con la tipica retorica del tempo, l’appartenenza della squadra all’intera città. I tifosi dei due antichi club dissolti però non gradirono la fusione, e il nuovo sodalizio non fu mai particolarmente amato ed ebbe vita piuttosto breve.

La Dominante esordì nel campionato di Divisione Nazionale 1927-1928, classificandosi decima su undici partecipanti nel girone B. L’anno successivo, a causa di un allargamento dei gironi di divisione nazionale, fu ripescata e prese parte al girone A del campionato di Divisione Nazionale 1928-1929, arrivando nuovamente decima, questa volta su sedici partecipanti. In virtù di questo piazzamento rimase quindi esclusa dalla nuova Serie A, e fu iscritta alla serie B.

La nascita del Liguria

Nel 1930, con lo scopo di migliorare i risultati deludenti delle passate stagioni, fu unita alla squadra un’altra formazione della immediata periferia genovese, la Corniglianese, dando origine al FBC Liguria.

Rispondi